Notizie dal turismo italiano: castelli trasformati in hotel, palazzi lussuosi e una dolce vita inebriante

Dal fondatore dell’agenzia di viaggi boutique, designer di viaggi ed editore, Aja ti offre le ultime novità nel turismo italiano, dai castelli trasformati in hotel alle masserie di lusso, ai palazzi e ai meravigliosi souvenir dall’Italia.Belle Epoque.

Quattro stagioni in Sicilia

Da oltre un secolo, uno degli hotel più famosi al mondo, il San Domenico Palace, ospita gli ospiti più illustri del mondo, da Oscar Wilde, re Edoardo VIII a Elizabeth Taylor, Audrey Hepburn e Sophia Loren.

La coppia più famosa dell’età d’oro del cinema, Elizabeth Taylor e Richard Burton, che ha vestito il set di Cleopatra, è venuta direttamente a Palazzo San Domenico per un appuntamento romantico. Di certo, quando la coppia è tornata al nido d’amore quattro anni dopo, la relazione era già burrascosa: gli ospiti dell’hotel potevano sentire il loro violento litigio sul terrazzo della camera da letto. La disputa si è conclusa con E. Taylor che ha colpito in testa R. Burton con la sua chitarra. Anche Greta Garbo, nascosta sotto lo pseudonimo di Miss Harriet Brown, ha visitato questo hotel, solo in incognito. Un’altra star del cinema, Marlene Dietrich, è venuta a Palazzo San Domenico sperando di incontrare il signor Garbo, ma il signor Garbo ha rifiutato di accettarla (la leggenda del cinema non si è mai incontrata).

dolce Vita“larghezza=”580″/>

© Le quattro stagioni

Sebbene queste storie siano certamente antiche, non pensate che il palazzo viva nel passato: qui si è tenuto il G7 delle potenze mondiali alcuni anni fa. La storia dell’edificio è impressionante: fu costruito nel 1374 e originariamente fungeva da monastero domenicano. Nel 1896 fu ampliato e trasformato in albergo. Durante la ricostruzione nel XIX secolo, l’edificio divenne un palazzo in stile “liberty” italiano (questo stile è chiamato “Art Nouveau” in Europa). “Ora, da questa estate, il palazzo fa parte della catena Four Seasons e inizia una nuova era. Consiglio: se vuoi prendere una stanza durante il Taormina Film Festival o la Fiera del Libro, prenota in anticipo, si svolgeranno entrambi gli eventi all’inizio dell’estate 2022”, afferma la designer di viaggi Aja.

Festa di Amalfi

“Borgo Santandrea” è il primo nuovo hotel di lusso da 15 anni in uno dei posti più belli d’Italia – Amalfi. Arroccato su una scogliera, a 90 metri sul livello del mare, è l’unico con una spiaggia sabbiosa privata, un pontile, una piscina fronte oceano, uno stabilimento balneare e tre ristoranti. L’hotel è il progetto della passione di due fratelli italiani Orlacchio dell’isola d’Ischia.

L'actualité du tourisme italien - les châteaux transformés en hôtels, les palaces luxueux et l'enivrante <em data-recalc-dims=dolce Vita“larghezza=”580″/>

© Borgo Santandrea

“Borgo Santandrea” si trova in un edificio degli anni ’60, la cui ricostruzione è durata fino a tre anni. L’hotel in stile mediterraneo è interamente realizzato in Italia: dai mobili di design italiano ai lavori fatti a mano dagli artigiani locali. Le camere dell’hotel offrono una vista mozzafiato sul mare e sull’antico borgo marinaro di Conca dei Marini. I proprietari, in collaborazione con l’architetto paesaggista Philip Adiutori di Ischia, hanno creato giardini intorno all’hotel nei colori di Amalfi, i giardini sono pieni di piante costiere, qui crescono ulivi, limoni e melograni, e l’aria profuma di gelsomino e mirto.
Borgo Santandrea ha un grande quartiere – accanto c’è una villa appartenente all’uomo più ricco del pianeta, il proprietario del gruppo di lusso LVMH, Bernard Arnault, e dall’altro lato una villa bianca appartenuta a Sophia Loren. Ora ospita un avvocato che vola al lavoro in elicottero dal tetto della sua villa. Sono convinto che Borgo Santandrea sarà il miglior hotel di Amalfi all’inizio della nuova stagione”, afferma Aja, travel designer.


Un castello tra le nebbiose colline umbre

A pochi passi dal confine con la Toscana, in Umbria, fu costruito mille anni fa l’imponente castello-fortezza del Castello di Reschio. Dio sa cosa hanno visto queste colline negli anni, ma un’antica statuina ritrovata alle pendici di Reschio conferma che la zona era un tempo dominata dagli Etruschi.

Si ritiene che il nome stesso Reschio derivi dal nome latino Resculum, che significa “fortificazione”, la costruzione dell’attuale castello iniziò intorno al 900 d.C. La storia del castello fu poi ricca di drammi e intrighi, appartenne nel corso dei secoli a molte famiglie, dal cugino dell’assassino alla celebre dinastia dei Cesi, il cui stemma, benedetto dallo stesso papa, ornava l’ingresso del castello. nel XVI secolo.

L'actualité du tourisme italien - les châteaux transformés en hôtels, les palaces luxueux et l'enivrante <em data-recalc-dims=dolce Vita“larghezza=”580″/>

© Castello di Reschio

Questo misterioso castello medievale è stato acquistato tre decenni fa dal conte Benediktas Bolza, editore di libri d’arte, insieme a una contessa designer. “Mia moglie Nencia ed io ci siamo trasferiti al Castello di Reschio quando ci siamo sposati e insieme ai nostri cinque figli abbiamo vissuto qui per undici anni”, racconta il conte Bolza. “Abbiamo sempre sognato di trasformarlo in un hotel, ma ci è voluto molto tempo”. Il castello, trasformato in albergo, e nove antichi casali completamente restaurati, diventati ville di lusso isolate, annegano letteralmente in un immenso 15.000 mq. ettari di boscose colline umbre, quasi del tutto incontaminate dalla civiltà.

Il conte Bolza è riuscito a realizzare il suo sogno: creare una mecca dell’autentica storia italiana, della cultura e dei comfort moderni, elogiata quest’anno dalle riviste di architettura, design e viaggi più famose al mondo.

Rocca Forte in Puglia e Palermo

Mentre la catena alberghiera anglo-italiana Rocco Forte, gestita da Sir Rocco Forte e sua sorella Olga Polizzi, quest’anno non ha aperto l’hotel Masseria Torre Maizza in Puglia, purtroppo lo ha fatto prima della pandemia. .

Situato nell’incantevole quartiere di Savelleteri di Fasano, lungo la costa adriatica, circondato da uliveti secolari, l’hotel è un edificio originale del 16° secolo. Masseria è il nome di un antico casale pugliese. Dopo aver investito oltre sei milioni di euro, la proprietà è stata riportata alla sua originaria bellezza. Masseria Torre Maizza è oggi un lussuoso hotel di 40 camere con antichi soffitti a volta e vista mozzafiato sul paesaggio pugliese. Non lontano dalla Masseria Torre Maizza – e dalla famosa Alberobel, case dai coni bianchi veramente una città iscritta nella lista del patrimonio dell’UNESCO.

L'actualité du tourisme italien - les châteaux transformés en hôtels, les palaces luxueux et l'enivrante <em data-recalc-dims=dolce Vita“larghezza=”580″/>

© Rocca Forte

E la novità di questa stagione a Rocco Forte è l’hotel a Palermo “Villa Igiea”, palazzo storico restaurato in stile liberty con vista sul golfo di Palermo. Dopo una lunga ricostruzione, il palazzo è tornato ad essere uno splendente gioiello del Mediterraneo con un’atmosfera Belle Époque. Il design e lo stile formati da questa catena combinano la grandiosità architettonica del passato con i comfort moderni del 21° secolo.

Oetker entra in Italia a Capri

Hai visto il nome Oetker su milioni di confezioni di lievito in polvere e altri prodotti da cucina. Il dottor August Oetker ha fondato la sua attività di panetteria in Germania nel 19° secolo, ed è cresciuta fino a diventare un conglomerato da 13 miliardi di dollari. reddito annuo di EUR.

L’azienda ha prima acquisito l’emblematico Hotel du Cap-Eden-Roc sulla Costa Azzurra, poi La Bristol, simbolo dell’eleganza e del lusso parigini. La collezione Oetker dice di creare una collana di perle (è il logo della catena) in cui sono incastonati solo i capolavori dell’hotel. La catena di dieci hotel sarà presto decorata con una perla italiana: “Hotel La Palma” a Capri. Sarà il primo hotel della catena tedesca in Italia, la cui apertura è prevista per aprile 2022. La Oetker Collection promette di trasformarlo in un hotel elegante ed esclusivo con 50 camere (anziché 80) che rispecchia la vera italianità dolce Vita.

L'actualité du tourisme italien - les châteaux transformés en hôtels, les palaces luxueux et l'enivrante <em data-recalc-dims=dolce Vita“larghezza=”580″/>

© Hotel La Palma

Situato a pochi passi dalla famosa Piazzetta, l’hotel avrà un ristorante e bar sul tetto, uno stabilimento balneare, una nuova piscina, un centro benessere e negozi alla moda. Capri è stata amata e amata da tutti fin dall’antichità, dall’imperatore Tiberio a Jackie Kennedy Onassis, da Mariah Carey allo stilista Valentino. Questo minuscolo puntino sul Mar Tirreno attira migliaia di turisti e l’ultima volta che un hotel più imponente ha aperto è stato solo nel 2008, quando ha aperto JK Place.

L’Hotel La Palma è il primo e più antico albergo di Capri, inaugurato nel 1822. Chiamandolo Locanda Pagano, il suo primo proprietario, il notaio Giuseppe Pagano, accoglieva nella sua villa i viaggiatori in cambio di lunghe e interessanti conversazioni. I suoi ospiti frequenti erano artisti, poeti, scrittori, architetti, pittori e musicisti, che ringraziavano tutti il ​​proprietario dipingendo muri, scrivendo poesie, cantando e suonando, motivo per cui l’hotel ricevette il suo secondo nome, “Hotel degli artisti”. “Oetker dice che ripristineranno di nuovo lo spirito della Palma”, dice Aja, designer di viaggi di Boutique Travel, dell’hotel.

Alfieri Mazzi

"Futuro idolo degli adolescenti. Specialista della cultura pop. Fanatico dell'alcol. Introverso freelance. Evangelista del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *