L’esercito ucraino ha fornito dettagli sulla situazione nei pressi di Kremina: il comando dell’esercito russo è già fuggito

Quando il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato una guerra su vasta scala contro l’Ucraina, si aspettava che finisse rapidamente. Tuttavia, i piani del dittatore per provocare una breve guerra non si sono concretizzati.

Questa opinione è stata sostenuta anche dall’ex comandante in capo delle forze Nato in Europa, il generale di riserva James Jones, in un’intervista a “Voice of America”. Ha detto che la Federazione Russa è già stata sconfitta oggi.

Secondo J. Jones, l’aiuto militare all’Ucraina è molto importante. Se gli Alleati continueranno a fornire questa assistenza e lo faranno più rapidamente, la Federazione Russa potrebbe ricevere ulteriori cattive notizie.

“La NATO come Alleanza è ora molto più forte, molto più unita. Questo è ciò che Vladimir Putin voleva di meno. Non è di buon auspicio per la Russia”, ha aggiunto il generale.

J. Jones ha notato che Putin aveva piani completamente diversi. Il dittatore pensava che la guerra sarebbe stata breve e che la NATO non avrebbe reagito. Ma non ha visto quello che voleva.

“La capacità degli alleati di addestrare ed equipaggiare l’esercito ucraino era inizialmente lenta, ma ora ha accelerato, il che è molto più incoraggiante”. La Russia è stata costretta a ritirarsi, anche se non lo ammette. Ma questo è compreso dalla comunità militare, sia nella NATO che negli Stati Uniti. Penso che molte persone siano state probabilmente sorprese dai fallimenti della Russia”, ha detto l’ex comandante in capo delle forze della NATO in Europa.

Il generale si aspetta che la guerra su vasta scala finisca nel 2023. Ma la Federazione Russa ha già perso oggi, crede. Secondo Mr. Jones, gli Stati Uniti e altri paesi dovrebbero continuare ad aiutare l’Ucraina anche dopo la fine della guerra.

“Quando questo conflitto finirà, comunque finirà, dobbiamo avere un piano per aiutare l’Ucraina a riconquistare rapidamente il suo potenziale”. L’Ucraina, credo, è destinata a rimanere a lungo in prima linea nella difesa europea, a seconda di ciò che accadrà in Russia. … Ci sono tre cose che ritengo estremamente importanti: aiuti immediati, aiuti umanitari e un piano a lungo termine per la ricostruzione dell’Ucraina. Quando tutto questo diventerà realtà, questa lotta sarà finita”, ha concluso J. Jones.

Adalberto Russo

"Ninja del caffè adatto agli hipster. Pioniere della birra malvagia. Risolutore di problemi amichevole. Appassionato di zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *